BLOG

Guida all'asta mantra Serie A 2021/22

Guida all’asta Mantra – Serie A 2021/22

di Gabriele Di Pietro 16 Agosto 2021

Guida all’asta: tutto quello che c’è da sapere riguardo la stagione di Serie A 2021/22, sotto il profilo Mantra.
Acquisti, cessioni, consigli e informazioni su tutte le squadre del massimo campionato italiano.
Dopo ogni calciatore troviamo il ruolo mantra e la quotazione iniziale.
Scarica qui il formato PDF per avere la guida sempre a portata di mano.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 1 SETTEMBRE 2021

Atalanta (Allenatore: Gasperini)

In quest’ultima sessione di mercato, i bergamaschi hanno ceduto due giocatori chiave della passata stagione (entrambi al Tottenham): il portiere Gollini e il difensore Romero., a fronte di una cifra pari a 70 mln di euro. Per sostituirli sono stati ingaggiati Musso (Por) (16) e Demiral (Dc) (5), oltre la giovane scommessa Lovato (Dc) (4) e l’esterno Pezzella (E) (7).
Per la terza stagione consecutiva gli orobici disputeranno la fase a girone della Champions, che li vedrà spesso giocare due volte a settimana.
E’ dunque consigliato acquistare sempre due calciatori che si potranno alternare durante la stagione: Maehle (E) (9) con Hateboer (E) (13), Pessina (C/T) (15) con Pasalic (C/T) (19), Malinovskyi (T) (25) con Miranchuk (T/A).
La sorpresa di questa stagione potrebbe essere Miranchuk, dopo un anno di ambientamento, il trequartista russo probabilmente verrà preso più in considerazione durante la stagione. Occasione per acquistare Demiral. Il turco, listato difensore, avrà la possibilità di giocare con costanza. Anche per quest’anno il rigorista rimane Muriel, sempre una garanzia dagli undici metri.

Bologna (Allenatore: Mihajlovic)

Gli emiliani si presentano con il solito 4231 dettato ancora una volta da Mihajlovic. L’obiettivo del tecnico serbo sarà portare i felsinei nella parte sinistra della classifica.
Dal mercato è arrivato il difensore Bonifazi (Dc) (7), sostituto di Danilo. Accanto a lui sulla linea difensiva è stato riscattato Soumaoro (Dc) (7) che si giocherà il posto con Medel (M) (3).
A centrocampo fari puntati sui due centrocampisti Svanberg (C) (11) e Schouten (M/C) (8), nella stagione della consacrazione.
Davanti con l’addio di Palacio, il grande colpo è stato Arnautovic (Pc) (24), l’austriaco sarà anche il rigorista della squadra. E’ stato acquistato anche un figlio d’arte, il giovanissimo Sydney Van Hooijdonk (Pc) (2).
In rampa di lancio ci sono Vignato (W/T) (11) e Skov Olsen (W/A) (9). Sulla trequarti la sicurezza rimane Soriano (T) (19).

Cagliari (Allenatore: Semplici)

Obiettivo dei sardi sarà evitare di salvarsi nelle ultime giornate. Semplici potrà contare nuovamente sulle prestazioni in mezzo al campo di Marin (C) (11), riscattato dall’Ajax. Accanto a lui il colpo a centrocampo è stato Strootman (M/C) (12), preso in prestito dal Marsiglia.
Sulla corsia mancina dall’Inter arriva Dalbert (Ds/E) (5) che presumibilmente si alternerà con Lykogiannis (Ds/E) (8).
In attacco Joao Pedro (A) (26) giura amore eterno ai rossoblù rifiutando tanti soldi dagli Stati Uniti. Il brasiliano, rigorista della squadra, ha collezionato più reti nelle ultime tre stagioni dei cinque campionati europei più importanti. I partner d’attacco dovrebbero essere Pavoletti (Pc) (18) e Keita (A) (13).
Fari puntati su Pereiro (W/T) (8). L’ex Psv Eindhoven, dopo aver avuto tanti infortuni nella scorsa stagione, potrebbe essere utile alla causa di Semplici sulla trequarti anche grazie alle sue doti balistiche sui calci piazzati.

Empoli (Allenatore: ANDREAZZOLI)

Neopromossa affidata ad Andreazzoli. Il tecnico chiamato per sostituire Dionisi, andato al Sassuolo, si affiderà al consueto 4312, modulo che esalta maggiormente i toscani. In questa sessione di mercato gli azzurri hanno acquistato diversi giocatori.
In porta dal Cagliari è arrivato Vicario (Por) (6). La difesa si è rinforzata con gli arrivi di Stojanovic (Dd/E) (5), dalla Dinamo Zagabria, Marchizza (Ds/Dc) (6), in prestito dal Sassuolo e con Ismajli (Dc) (6), dallo Spezia.
A centrocampo confermati i giocatori della promozione con Stulac (M/C) (5) in cabina di regia e Bajrami (T) (9) sulla trequarti. Entrambi avranno il compito di battere i calci piazzati. Lì davanti si cercava un partner per bomber Mancuso (Pc) (13) e sono arrivati Cutrone (Pc) (14), in prestito dal Wolverhampton, e Pinamonti (Pc) (7), in prestito dall’Inter.
Parisi (Ds/E) (4) è stato uno dei migliori terzini del campionato cadetto e potrebbe essere la rivelazione un acquisto low cost sulla fascia mancina. Samuele Ricci (M/C) (5) è senza dubbio uno dei prospetti più interessanti della nuova Under 21.

Fiorentina (Allenatore: ITALIANO)

La stagione viola è iniziata subito in salita per via delle dimissioni lampo di Gattuso, in meno di venti giorni. Al suo posto dopo una lunga trattativa è stato ingaggiato Vincenzo Italiano. Il tecnico ex Spezia, si affida al modulo da lui spesso usato il 433. Come esterno offensivo la Viola ha investito 23mln+4 di bonus per l’argentino dello Stoccarda, Nico Gonzalez (A) (16), che avrà il duro compito di sostituire Ribery.
In difesa, con la partenza di Pezzella (Dc), è stato acquistato Nastasic (Dc). Per quest’ultimo si tratta di un ritorno a Firenze dopo tantissimi anni.
Situazione Vlahovic (Pc) (34): nonostante le sirene di diversi top club europei, il Presidente Commisso ha confermato che il serbo resterà un giocatore viola al 100% per questa stagione. È lui il pezzo pregiato della squadra, oltre che il rigorista.
Con l’avvento di Italiano da tenere d’occhio c’è Saponara (W/T) (8), pupillo del tecnico. Importante ritorno in Toscana di Sottil (W/A) (8) di ritorno da Cagliari. Pulgar (M/C) (8) da quest’anno potrebbe tornare utile a tanti fantallenatori per via del suo piede caldo.

Genoa (Allenatore: Ballardini)

I grifoni cominciano questa stagione con la riconferma di Ballardini. Il tecnico emiliano potrà godersi le parate del campione d’Europa Sirigu (Por) (8), in uscita dal Torino. Nel reparto arretrato sono arrivati Vanheusden (Dc) (6), in prestito dall’Inter e l’esterno Sabelli (Dd/E) (6), svincolato da Empoli. Nelle ultime ore i liguri hanno acquistato il difensore messicano Johan Vasquez.
A centrocampo con la riconferma del giovane Rovella (M/C) (4), lasciato un altro anno in prestito dalla Juventus, viene affiancato il brasiliano Hernani (C) (6), ceduto in prestito dopo la retrocessione del Parma.
In attacco, Preziosi ha ingaggiato un giovane polacco dal Wisla Cracovia, Buksa (Pc) (1), con la speranza di ripercorrere la carriera di Piatek in rossoblù e il più esperto ex Lazio Caicedo (Pc) (13)

Inter (Allenatore: INZAGHI)

Estate turbolenta alla Pinetina. Per problemi economici i nerazzurri hanno dovuto cedere due tra i calciatori più importanti: Hakimi, miglior terzino destro della scorsa stagione e Lukaku, trascinatore dello scorso scudetto. Nonostante i tanti soldi incassati, i nerazzurri non possono comunque spendere tanto e quindi in sostituzione dei due calciatori ceduti sono arrivati Dzeko (Pc) (29) e Dumfries (E) (12). Il mercato rimane aperto per qualche altra occasione, tra queste è spuntato il nome di Lorenzo Insigne, causa problemi di rinnovo con il Napoli.
Simone Inzaghi ha un importante responsabilità, non far rimpiangere Antonio Conte, con una squadra inferiore rispetto all’anno passato.
Calhanoglu (T) (18) è stato il primo acquisto, dopo il mancato rinnovato con il Milan. Il turco prende il posto di Eriksen, dopo il grande spavento agli ultimi Europei.
L’ex tecnico biancoceleste conferma il 352, suo modulo di riferimento: la difesa diventa il punto di forza con le conferme del tridente Skriniar (Dc) (15), De Vrij (Dc) (14) e Bastoni (Dc) (11). Inoltre dal mercato sono arrivati Dimarco (Ds/E) (9) e Dumfries (E) (11), per le corsie esterne, e il Tucu Correa (A) (22) per l’attacco. Lautaro Martinez (Pc) (32) diventa il simbolo della nuova Inter targata Inzaghi, nonostante le numerose offerte ricevute, il suo agente vuole far rinnovare l’argentino con i nerazzurri.

Juventus (Allenatore: ALLEGRI)

Il ritorno più importante di questa stagione è senza dubbio l’arrivo in panchina di Max Allegri.
La squadra ha cambiato volto: via Cristiano Ronaldo dopo 3 stagioni e dento il brasiliano Kaio Jorge (Pc) (5) dal Santos, il Campione d’Europa Locatelli (M/C) (16) dal Sassuolo e il figliol prodigo Kean (Pc) (21) dall’Everton.
Con il mister toscano la Juventus potrebbe variare il suo modulo rispetto all’anno passato tra un 433 ed un 4231. La speranza è ritrovare i gol dei centrocampisti, mancati negli ultimi anni. Rabiot (C) (9) e McKennie (C) (14) sono le mezzali che Allegri vuole trasformare in centrocampisti di inserimento. Chiesa (W/A) (29) e Kulusevski (W/T) (20) sono gli esterni da cui partire.

Lazio (Allenatore: SARRI)

La prima grande novità biancoceleste è Maurizio Sarri. Il tecnico toscano cambia il modulo di riferimento passando dal 352 al 433.
Ritorna dalla Premier Felipe Anderson (W/A) e sarà uno dei componenti del tridente offensivo. Con l’avvento del nuovo allenatore, un suo fedelissimo lo ha raggiunto in biancoceleste, il terzino Hysaj (Dd/Ds/E) (7) duttile nelle fasce difensive.
Con questo nuovo modulo Lazzari (Dd/E) (10) potrebbe essere il più penalizzato, in quanto giocherà più lontano dalla porta essendo terzino basso.
Immobile (Pc) (38) ha tutte le carte in regola per poter essere il grande bomber di Sarri, essendo anche il rigorista. Occhi puntati anche su Pedro (A) (9), pronto a dare il suo contributo dopo l’addio alla Roma e sull’acquisto dell’ultimo minuto dal Verona, Mattia Zaccagni (T/A) (20).

Milan (Allenatore: Pioli)

Mercato rossonero caratterizzato dalle perdite a parametro zero di Donnarumma e Calhanoglu. In compenso la società è riuscita a riscattare Tomori (Dc) (12), Tonali (M/C) (5) e Brahim Diaz (W/T) (13). In porta il nuovo estremo difensore proviene dal Lille campione di Francia, ed è il promettente francese Maignan (Por) (15). In attacco dal Chelsea arriva Giroud (Pc) (20) e sarà l’alter ego di Ibrahimovic (Pc) (33).
Rossoneri alla ricerca di un trequartista e un terzino per completare la rosa
In chiave fantacalcistica Theo Hernandez (Ds/E) (21) diventa il terzino più gettonato. A centrocampo il mediano più caro rimane Kessiè (M/C) (28), visto la freddezza dagli undici metri. Da tenere sotto controllo Brahim Diaz potrebbe avere un ruolo da protagonista in questa stagione. Come detto per l’Atalanta, il Milan torna a giocare la fase a girone della Champions League, quindi è sempre consigliabile acquistare giocatori in coppia dello stesso ruolo, per non restare scoperti. Impaziente curiosità per l’acquisto last minute dal Crotone, Messias (W/T) (11).
Novità importante ci sarà a Gennaio quando si disputerà la Coppa d’Africa. Kessiè e Bennacer (M/C) (8) saranno sicuramente convocati, quindi è consigliato trovare delle alternative in quelle settimane.

Napoli (Allenatore: SPALLETTI)

Mercato partenopeo caratterizzato dall’arrivo di Luciano Spalletti in panchina. Pochissimi movimenti in entrata e qualche perdita a parametro zero come Hysaj e Maksimovic.
L’uomo copertina di questa stagione è Osimhen (Pc) (33). Il nigeriano dopo un inizio turbolento della scorsa stagione, negli ultimi mesi di campionato è stato una costante ed avendo avuto l’opportunità di allenarsi bene fin dal primo giorno di ritiro sarà uno degli attaccanti più ambiti dai fantacalcisti.
Manolas (Dc) (9) in difesa con Spalletti è stato uno dei difensori più ambiti in Europa e potrebbe ritornare a quei livelli. A centrocampo Elmas (C/T) (7), non dovrebbe essere un titolare, ma quest’anno sarà una scommessa vincente.
Zielinski (C/T) (25) la certezza sulla trequarti, Politano (W/A) (20) e Lozano (A) (24) si contendono un posto tra i titolari.
In porta potrebbe esserci il ballottaggio della stagione scorsa, ma il tecnico toscano potrebbe preferire Meret (Por) (14) ad Ospina (Por) (1).
Capitolo Insigne (A) (32), il neo campione d’Europa discute per il rinnovo, ma resta uno degli attaccanti più forti della Serie A ed è rigorista che non guasta mai.

Roma (Allenatore: MOURINHO)

L’arrivo di Mourinho è stato senz’altro osannato da tutta la piazza. Era dai tempi di Capello che non arrivava un allenatore tanto carismatico.
Rui Patricio (Por) (14) e Shomurodov (Pc) (16) sono arrivati alla Capitale per sostituire Pau Lopez e Dzeko.
Il grande colpo in avanti è Abraham (Pc) (28) dal Chelsea.
I giallorossi quest’anno debuttano in Conference League, terza competizione europea.
Il ritorno di Zaniolo (W/T) (20), dopo il doppio infortunio subito negli ultimi due anni lo fa diventare uno dei top player nel suo ruolo. Pellegrini (C/T) (23) e Mhkitaryan (T/A) (31) giocano nella trequarti offensiva assieme al giovane ex Inter e saranno molto richiesti da tanti fantallenatori.
Il rigorista rimane Veretout (C) (23). Il francese anche con Mourinho dovrebbe essere titolare nei due di centrocampo.
In chiave terzino sinistro il titolare Spinazzola (Ds/E) (13), dovrà aspettare qualche mese per ritornare dall’infortunio. Per sopperire questa assenza è stato acquistato dal Palmeiras Matias Vina (Ds/E) (9), che si giocherà il posto con Calafiori (Ds/E) (2) nelle prime settimane di campionato.

Salernitana (Allenatore: Castori)

Dopo più di vent’anni la Salernitana torna in Serie A. L’ultima e unica volta è stata durante la stagione 1998/99. L’artefice di questa promozione è il tecnico Castori.
Negli ultimi giorni i campani hanno acquistato diversi giocatori con le possibilità economiche che possono permettersi. Tanti rinforzi a parametro zero ed alcuni prestiti per rendere i granata più competitivi possibili. L’obiettivo è la salvezza.
Alla corte di Castori sono arrivati Ruggeri (Ds/E) (1), Obi (M/C) (4) e Bonazzoli (Pc) (8). Nelle ultime ore si è conclusa la trattativa con il bomber nigeriano Simy (Pc) per una cifra vicino ai 6 mln di euro. L’attaccante ex Crotone si candita ad essere il rigorista della squadra.
In ambito fantacalcistico si possono trovare occasioni low cost, titolari a basso prezzo, tra questi i centrocampisti Di Tacchio (M/C) (4) e Capezzi (M/C) (4) che avranno il ruolo di dividersi i calci piazzati.

Sampdoria (Allenatore: D’AVERSA)

Dopo due grandi stagioni Ranieri ha lasciato la Sampdoria. In sostituzione Ferrero ha chiamato D’Aversa ad allenare i blucerchiati.
Con il nuovo modulo dell’ex tecnico del Parma, si dovrebbe passare ad un 442.
Il colpo di mercato si chiama Ciccio Caputo (Pc) (25) dal Sassuolo, giunto proprio sul gong dell’ultima sessione di calciomercato.
L’uomo più atteso della stagione è Damsgaard (W/T/A) (15), dopo il grandissimo europeo, infatti il danese è il più richiesto in questo momento.
Il rigorista naturalmente rimane Quagliarella (Pc) (22), ma anche Candreva (W) (18), dopo l’ottima stagione potrà riconfermarsi.
Dietro consigliamo Augello (Ds/E) (9) lì sulla corsia mancina, l’anno scorso è stato uno delle rivelazioni del campionato.

Sassuolo (Allenatore: DIONISI)

Roberto De Zerbi ha lasciato il Sassuolo per allenare lo Shakhtar Donetsk. Il suo posto è stato preso da Dionisi, neo allenatore emergente che ha vinto il campionato di Serie B con l’Empoli.
I neroverdi hanno ceduto Marlon proprio alla corte di De Zerbi, senza sostituirlo.
Andato via Ciccio Caputo dopo due stagioni, è tornato dal prestito Scamacca (Pc) (13) e si preannuncia una concorrenza serrata con Raspadori (Pc) (16) in rampa di lancio.
Berardi (A) (31) e Boga (A) (17) sono gli esterni titolari però il mercato potrebbe stravolgere tutto.
In mezzo al campo, per sostituire il partente Locatelli, è stato acquistato Mateus Henrique (M/C) (8) dal Gremio.
In difesa la certezza è G.Ferrari (Dc) (10) ed un portiere da buoni voti e rigori parati rimane Consigli (Por) (12).

Spezia (Allenatore: THIAGO MOTTA)

Situazione complessa in casa Spezia. L’addio di Italiano e la sanzione per le prossime tre sessioni di mercato a partire dal prossimo Gennaio, mettono i liguri in una situazione molto complicata.
Thiago Motta è stato scelto come nuovo allenatore e la rosa al momento è molto corta.
Tanti i calciatori andati via tra scadenza di contratto e prestiti scaduti. Tra i nuovi volti dall’Atalanta sono arrivati il trequartista Kovalenko (T) (5) e l’attaccante E.Colley (A) (4). Entrambi possono essere delle occasioni low cost al fantacalcio.
Il capitano Maggiore (C) (13) dopo la splendida annata è la certezza in mezzo al campo.
In porta dovrebbe rivedersi Zoet (Por) (7), dopo i tanti infortuni subiti l’anno scorso.
Dal mercato francese è stato acquistato Amian (Dd/Dc) (7) e sarà un titolare fisso con S.Bastoni (Ds/E) (7), altra rivelazione della scorsa stagione.
In attacco, all’ultimo giorno di calciomercato, è stato acquistato Manaj (Pc) (4).

Torino (Allenatore: JURIC)

Granata con Juric al comando. Il tecnico croato vuole sfruttare il suo modulo che lo ha reso celebre a Verona con il 3421 con un doppio trequartista a ridosso dell’unica punta che ad oggi è Belotti (Pc) (30), salvo colpi di scena. L’attaccante della nazionale è molto richiesto tra alcuni top club della nostra Serie A, ma Cairo di certo se lo farà pagare molto caro.
Pjaca (A) (4) e il ritorno dal prestito di Ola Aina (E) (5) sono i volti nuovi di questa stagione. Persi Meitè, direzione Benfica, e Nkoulou, contratto scaduto, i granata cercano nuovi rinforzi. Ad oggi potrebbe esserci il rilancio di Verdi (W/T) (11).
In porta bocciato Sirigu, è stato promosso Milinkovic-Savic (Por) (9) con Berisha (Por) (1) a fare la riserva.
In difesa la certezza è Bremer (Dc) (12) ed insieme a Singo (E) (6) e Ansaldi (E) (10) sono i calciatori più ambiti del reparto difensivo.
A centrocampo dopo il grande finale di campionato Mandragora (M/C) (10) è il punto fermo, insieme ai nuovi arrivati Pobega (C) (6) e Praet (C/T) (10).
Per la trequarti ecco Brekalo (A) (11) dal Wolfsburg.

Udinese (Allenatore: Gotti)

La prima Udinese orfana di Musso e De Paul inizia il campionato ancora una volta con Gotti in panchina.
I friulani hanno sostituito l’estremo difensore argentino con Silvestri (Por) (10) dal Verona. Sulla trequarti è stato acquistato un giovane proveniente dal Lipsia, Samardzic (T) (3). Il terzo acquisto è un prospetto molto interessante l’esterno Udogie (Ds/E/M) (5).
Il nuovo leader di questa squadra diventa Pereyra (W/T) (17).
Questa potrebbe essere la stagione della consacrazione di Nahuel Molina (Dd/E) (12), rivelazione a sorpresa dello scorso campionato.
In attesa di qualche altro innesto i friulani confermano il 352 con la conferma di Nuytinck (Dc) (10) nella linea dei difensori, Arslan (M/C) (8) in quella di centrocampo e la coppia Pussetto (W/A) (13) – Deulofeu (A) (11) che si alterneranno vicino la punta, che ad oggi è Okaka (Pc) (12).

Venezia (Allenatore: Zanetti)

La terza neopromossa è il Venezia di Paolo Zanetti. I lagunari dopo l’arrivo degli americani nel 2015 in sei anni sono riusciti a portare i veneti dalla Serie D alla Serie A. Il mercato è stato molto internazionale sono arrivati calciatori semi sconosciuti, ma potenziali ottimi giocatori.
Il portiere dovrebbe essere riconfermato Lezzerini (Por) (5) avendo superato nelle gerarchie il finlandese Maenpaa (Por) (1).
In difesa sono arrivati due terzini: Ebuehi (Dd/E) (4) dal Twente, scuola Benfica e Schnegg (Ds/E) (6) dal Lask Linz. Al centro Caldara (Dc) (3) è il grande colpo, se riesce a riprendersi dall’infortunio partirà senz’altro titolare.
A centrocampo il nuovo metronomo è Peretz (M/C) (5) , israeliano acquistato dal Maccabi Tel Aviv, Heymans (W/T) (8) dal Waasland Beveren, centrocampista con doti offensivi ed infine l’islandese Sigurdsson (W/T) (9) dal Cska Mosca.
In attacco la certezza è Forte (Pc) (9), bomber di razza nelle categorie inferiori ed è alla prima grande occasione in Serie A.
L’uomo più atteso rimane Aramu (W/T) (10), colui che costa di più in rosa ed è anche il rigorista della squadra.

Verona (Allenatore: DI FRANCESCO)

Il nuovo Verona dopo due anni farà a meno del suo condottiero Juric, al suo posto è stato ingaggiato Di Francesco.
Dal mercato gli scaligeri si sono mossi in chiave difensiva ingaggiando il portiere Montipò (Por), che sarà il sostituto di Silvestri, il difensore Magnani (Dc) (5), che presumibilmente farà uno dei tre centrali, Frabotta (Ds/E) (2) è arrivato in prestito dalla Juventus per sostituire Dimarco, tornato all’Inter e il centrocampista Hongla (M/C) (4) dall’Anversa.
Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità del ritorno di Ilic (C/T) (8) riscattato dal Manchester City.
Gli esterni Faraoni (Dd/E) (14) e Lazovic (E/W) (15) anche quest’anno saranno molto ambiti, nonostante la quotazione aumentata.
La trequarti, dopo aver ceduto Zaccagni, è affidata a Caprari (A) (9) e Barak (T) (16).
Per Miguel Veloso (M/C) (8), se gli infortuni lo permettono è il prescelto nel battere tutti i calci piazzati.

DOWNLOAD PDF

Gabriele Di PietroGuida all’asta Mantra – Serie A 2021/22