BLOG

Convocati Euro 2024, tutte le scelte dei CT

di Gabriele Di Pietro 10 Giugno 2024

Tutti i convocati delle 24 nazionali di Euro 2024 divisi per gironi. Si parte il 14 giugno con un unico obiettivo comune: la finale dell’Olympiastadion di Berlino del 14 luglio.

Gruppo A (Germania, Scozia, Svizzera e Ungheria)

La Germania, paese ospitante, è favorita per dominare il Gruppo A, grazie a un centrocampo di qualità con veterani come Kroos e Gundogan e giovani talenti come Musiala e Wirtz. La Scozia, nota per il suo gioco fisico e difesa organizzata, sfiderà i tedeschi nel match d’apertura, con Robertson e McTominay come giocatori chiave. La Svizzera, forte di un roster competitivo e trascinata da Granit Xhaka, punta a passare il turno insieme alla Germania. L’Ungheria, outsider del girone, è allenata da Marco Rossi e guidata dal talentuoso Dominik Szoboszlai, pronta a mettere in difficoltà gli avversari.

Gruppo B (Spagna, Croazia, Italia, Albania)

La Spagna, in fase di cambio generazionale, punta sui giovani talenti di Yamal e Pedri della cantera del Barcelona, con Morata come capitano e punto di riferimento in attacco. La Croazia, dopo la finale mondiale del 2018, ha una rosa rinnovata ma con debolezze offensive, posizionandosi un passo indietro rispetto alla favorita Spagna e in linea con l’Italia. Gli azzurri, campioni in carica, si presentano come outsider, con una difesa rinnovata dal blocco Inter (Darmian, Bastoni, Dimarco) e Chiesa come giocatore chiave. L’Albania, la Cenerentola del girone, ha visto crescere il proprio calcio con molti giocatori nei club italiani di medio livello, puntando a sorprendere e mettere in difficoltà le squadre più quotate.

Gruppo C (Slovenia, Danimarca, Serbia, Inghilterra)

L’Inghilterra, favorita del gruppo e tra le squadre più forti d’Europa, vanta un reparto offensivo di assoluto livello con Kane, Foden, Bellingham e Saka, ed è considerata dai bookmaker la principale candidata alla vittoria finale. La Danimarca, reduce da una buona prestazione allo scorso europeo, è candidata a seguire l’Inghilterra nel passaggio del turno. Slovenia e Serbia, entrambe competitive, potrebbero sorprendere nel torneo, con giocatori di livello come Oblak e Sesko per gli sloveni e Milinkovic-Savic e Vlahovic per i serbi.

Gruppo D (Polonia, Olanda, Austria, Francia)

La Polonia, con talenti come Robert Lewandowski, è una squadra forte ma spesso fatica nelle grandi competizioni. L’Olanda, storica potenza calcistica, possiede un roster forte ma desta qualche dubbio con Koeman in panchina. L’Austria ha dimostrato di poter competere a livello internazionale grazie alla coesione sotto la guida di Rangnick. La Francia, favorita per la vittoria finale, non dovrebbe avere problemi a vincere il girone, con campioni come Mbappé e Griezmann a disposizione di Deschamps.

Gruppo E (Belgio, Slovacchia, Romania, Ucraina)

Il Belgio, guidato dall’italiano Domenico Tedesco, è la netta favorita del gruppo grazie alla qualità e all’esperienza internazionale dei suoi giocatori, specialmente in attacco. La Slovacchia, competitiva e con Francesco Calzona in panchina, potrebbe mettere in difficoltà le favorite. Romania e Ucraina, pur meno quotate, possono causare sorprese grazie alla loro determinazione e talento.

Gruppo F (Turchia, Georgia, Portogallo, Rep. Ceca)

La Turchia, guidata dall’italiano Vincenzo Montella, è una squadra solida e talentuosa, pronta a giocarsi le sue chance di passaggio del turno. Il Portogallo, ancora una volta con Cristiano Ronaldo, è fortissimo in tutti i reparti e favorito per vincere il girone. Georgia e Rep. Ceca sono outsider, ma potrebbero mettere in difficoltà le favorite. Sarà interessante vedere quale squadra riuscirà a emergere e qualificarsi per la fase successiva, anche come una delle migliori quattro terze.

Gabriele Di PietroConvocati Euro 2024, tutte le scelte dei CT